Responsive Menu Pro Image Responsive Menu Clicked Image
Per Diletto e per Passione 521 ricette

Categoria Secondi

Grado di difficoltà Facile

Tempo di realizzazione   30'

INGREDIENTI   4 persone

Lampredotto

1 Kg

Carota

1

Patata piccola

1

Basilico

qualche foglia

Cipolla

1

Sedano

1 stocco

Pomodoro maturo

1

Concentrato di pomodoro

1 cucchiaio

Sale e pepe

qb

http://www.aifb.it/
 

NEWSLETTER

Per iscrivierti alla newsletter di Pane Zucchero ti basta inserire la tua e-mail nel campo sottostante e cliccare su ISCRIVITI!


Panino con lampredotto

Panino con lampredotto

Il lampredotto è la parte più scura della trippa e corrisponde allo stomaco vero e proprio dei ruminanti. Si chiama cosi perché il suo aspetto ricorda la bocca della lampreda, un’anguillona un tempo usatissima e ora scomparsa.

Ogni fiorentino può andare in crisi d’astinenza per la mancanza di questa succulenta pietanza,  che viene considerata una merenda, una cena, un pranzo…a qualunque ora si può mangiare il panino con lampredotto e salsa verde. I trippai sono dislocati in varie parti della città , in pratica è il nostro street food. I  veri intenditori sanno perfettamente qual’è il migliore e sono capaci di attraversare il traffico cittadino pur di recarsi al chiosco preferito! Il lampredotto viene venduto già lessato e tagliato a striscioline, servito in vaschette ed accompagnato con salsa verde, ma la morte sua è in mezzo ad una rosetta precedentemente bagnata con il brodo di cottura e ben imbottita.

Data la sua preparazione molto semplice, in casa nostra è abitudine cucinarlo frequentemente. Io penso di essere l’unica, ma proprio l’unica fiorentina a poterne fare a meno volentieri, ma so di essere  un caso a parte. Nonostante ciò mi prodigo come oggi nel preparare non solo il lampredotto ma  anche le rosette (la cui ricetta vi postero’ a breve…)

Ah dimenticavo…acquistate il lampredotto dal vostro macellaio di fiducia e poi preparatelo insieme a me….

 

 

PREPARAZIONE

Panino con lampredotto

Prendete una pentola capiente, riempitela d’acqua portate a bollore, immergete il lampredotto e fatelo rimanere in ebollizione per circa 5 minuti. Questa operazione io la faccio per pulirlo dagli eventuali residui, forse non e’ necessario ma  il farlo mi rende piu’ sicura.

Arriviamo adesso alla preparazione vera e propria: mettete in una pentola circa 4 litri d’acqua, unite gli odori  che avrete preparato tagliato e lavato, portate ad ebollizione, abbassate la fiamma  ed immergetevi il lampredotto, fatelo sobbollire per circa un’ora e mezzo. Gustate il lampredotto con sale e pepe, in mezzo ad una rosetta aperta e leggermente bagnata con il brodo di cottura, a piacere aggiungete della salsa verde.

Buon appetito!

Seguimi su Instagram

ALTRE RICETTE DELLA CATEGORIA Secondi