Per Diletto e per Passione

Zuccotto delicato

Tempo di realizzazione   60'

Zuccotto delicato

La vera storia dello zuccotto toscano risale ai tempi dei  Medici quando Bernardo Buontalenti preparo’ questo dolce per un banchetto della piu’ importante famiglia fiorentina denominandolo “Elmo di Caterina” la versione originale prevedeva che al suo interno vi fosse della ricotta con scorze di agrumi mentre l’esterno fosse intriso di Alchermes il   famoso liquore prodotto dall’Antica Farmacia di Santa Maria Novella di Firenze.

Questo classico della cucina tosccana viene oggi reinterpretato in modi diversi e mai delude il palato di chi lo assaggia. Io ho scelto di proporvi delle piccole monoporzioni che possono essere fatte sia con liquore che con una semplice bagna all’arancia per appagare la gola dei piu’ piccini…

Ho scelto di preparare questo dolce per la tavola del Natale di quest’anno, perche’  veloce nella sua esecuzione  e di sicuro effetto…

Provateci anche voi!!!

Categoria Dolci

Grado di difficoltà Medio

INGREDIENTI   10 persone

Uova

400 g

Zucchero semolato

250 g

Farina debole

250 g

Tuorli

80 g

Panna

400 g

Cioccolato in gocce

150 g

Amaretto di Saronno

qb

Frutti di bosco

100 g

Zucchero semolato

30 g

Cioccolato fondente

100 g

Burro

20 g

Per la meringa italiana

Zucchero semolato

370 g

Destrosio (o zucchero semolato)

70 g

Albume

220 g

Acqua

100 g

http://www.aifb.it/
 

NEWSLETTER

Per iscrivierti alla newsletter di Pane Zucchero ti basta inserire la tua e-mail nel campo sottostante e cliccare su ISCRIVITI!


PREPARAZIONE

Zuccotto delicato

Procediamo nella realizzazione dello zuccotto delicato.

Iniziamo con il pan di spagna che sarebbe meglio fare il giorno prima : montiamo lo zucchero semolato insieme alle uova intere ed ai tuorli fino a che non sara’ divenuto chiaro e spumoso, setacciate la farina e inseritela nel composto montato con una spatola in piu’ riprese, mescolando dal basso verso l’alto per non smontare la massa. Trasferite il tutto in stampi imburrati ed infarinati ( io ho utilizzato una teglia rettangolare ………ed una rotonda del diametro di 20 cm. Infornate a forno preriscaldato a 170 gradi per mezz’ora circa, ed in ogni caso fino a che il composto non si stacchera’ dai bordi delle teglie. Estraete dal forno e fate raffreddare, sformate e tenete da parte.

Montate la panna e tenetela da parte: facciamo adesso la meringa italiana: poniamo in un pentolino l’acqua con i 370 g di zucchero semolato, (non serve mescolare), con il supporto di un termometro da cucina portare lo sciroppo a 121 gradi, quando avra’ raggiungo la tamperatura trasferitelo a filo sugli albumi  che avrete semi montato con il destrosio, dopo circa 15 minuti otterete una meringa sostenuta che andrete  ad unire alla panna montata. Adesso trasferite il composto in un sac a poche a bocchetta liscia. Tagliate il pan di spagna a strisce e rivestite gli stampini monoporzione da zuccotto, comprimendo bene con le dita sui bordi. Riempite meta’ degli stampini con il composto di meringa, cospargetevi le gocce di cioccolato poi altra meringa, altro cioccolato e meringa fino ad arrivare al bordo. Chiudetegli stampini con il coperchio e riponeteli nel freezer fino al momento del loro utilizzo.

Quando decidete di servire gli zuccottini, sara’ anche il momento di preparare il coulis di frutti di bosco e di sciogliere il cioccolato, quindi, mettete in un pentolino i frutti rossi con i 30 grammi di zucchero semolato e portate ad ebollizione, dopodiche’ frullare con un minimiper e setacciare con un colino a maglia fitta, tenete da parte la salsa.

Sciogliete il cioccolato con il burro . Adesso sformate gli zuccottini e bagnateli con l’amaretto di saronno diluito con lo stesso peso in acqua. aiutandovi con un cucchiaino bagnate il pan di spagna degli zuccotti. Decorate a piacere  i piattini da servizio con il cioccolato e il coulis di lamponi .

Se il prodotto e’ rivolto ai bambini potrete sostituire l’Amaretto di Saronno con del semplice succo di un arancio spremuto con l’aggiunta di un cucchiaio di zucchero semolato.

Se non possedete le piccole forme da zuccotti potete utilizzarne anche una grande

 

 

STAMPA RICETTA
ALTRE RICETTE DELLA CATEGORIA Dolci