Per Diletto e per Passione

Spaghetti alla chitarra con tartufo

Tempo di realizzazione   60'

Non posso tornare da una vacanza senza portarmi dietro qualcosa che me la possa far ricordare, soprattutto se questa è piacevole, proprio come questi splendidi giorni passati in Puglia in compagnia di amici veri. Ad Otranto dopo una attenta ricerca sono riuscita a trovare la ‘chitarra” tipico attrezzo per ricavare spaghetti e tagliolini. Adesso devo proprio sperimentare…

Categoria Primi

Grado di difficoltà Medio

INGREDIENTI   4 persone

Semola

400gr

Acqua

quanto basta

Sale

Cucchiaio d'olio

Tartufo

1 da circa 15 grammi

Burro

http://www.aifb.it/
 

NEWSLETTER

Per iscrivierti alla newsletter di Pane Zucchero ti basta inserire la tua e-mail nel campo sottostante e cliccare su ISCRIVITI!


PREPARAZIONE

Per gli spaghetti al tartufo procedere così:

Mettere nella ciotola dell’impastatrice la farina (io ho usato la Senatore Cappelli) il sale e l’olio e a filo l’acqua facendo attenzione a quanta ne assorbe. Lavorare una decina di minuti l’impasto lasciandolo poi riposare in frigo per una mezz’oretta. Stendere con il matterello la sfoglia non troppo sottile, adagiarla sulla chitarra e passarvi sopra con una leggera pressione il matterello stesso. Sistemare gli spaghetti su di un panno infarinato.

Nel frattempo mettete a bollire l’acqua.  

In una padella mettere una noce di burro a commensale e farlo sciogliere. Tagliare il tartufo a scaglie e mettetene una parte in padella e l’altra tenetela per guarnizione.  Cuocere gli spaghetti per poi saltarli in padella unendo un mestolino d’acqua di cottura. Mettete nei piatti con le rimanenti scaglie di tartufo ed una generosa grattugiata di pepe.

STAMPA RICETTA
ALTRE RICETTE DELLA CATEGORIA Primi