Per Diletto e per Passione

Pici cavolo e colatura di alci

Tempo di realizzazione   40'

Questi Pici con cavolo e colatura di alici me li sono proprio inventati….ed ho scoperto che sono veramente buoni. I Pici una pasta tipica Senese che se non volete fare da soli potete tranquillamente trovarla nei pastifici piu’ forniti ma anche al supermercato. Io vi consiglio di prepararli  in casa, da sempre io li faccio a mano, anche se oggi ho usato un accessorio della mia planeteria che adoro  e che sicuramente mi rende la vita piu’ facile, con questo sono in grado di prepararla molto piu’spesso, ma vi giuro che  e’ fantastico far scorrere la pasta tra i palmi delle mani e vederla uscire nella sua  irregolarita’ .

Ho voluto abbinare questa pasta ad un alimento Dop che forse non tutti conoscono …

 

Categoria Primi

Grado di difficoltà Medio

INGREDIENTI   4 persone

Semola Senatore Cappelli ( o altra...)

400 gr

Farina 00

100 gr

Acqua

225 gr

Cavolo fiore

300 gr

Colatura di alici

2 cucchiai

Prezzemolo

un pizzico

Olio evo

qb

http://www.aifb.it/
 

NEWSLETTER

Per iscrivierti alla newsletter di Pane Zucchero ti basta inserire la tua e-mail nel campo sottostante e cliccare su ISCRIVITI!


PREPARAZIONE

Per i Pici cavolo e colatura di alici procedete in questo modo….

mettete sulla spianatoia le farine a fontana con  l’acqua al centro, iniziate ad impastare con la forchetta,  poi iniziate con le mani, formate una palla e fatela riposare una mezz’oretta coperta con pellicola. Stendete la pasta col matterello fino ad uno spessore di circa tre millimetri, tagliatela con un tagliapasta in lunghezza formando una serie di spaghettoni che avvolgerete nel palmo della mano avendo cura di non farli molto lunghi. in alternativa se usate la planetaria e avete il torchio per la pasta ricordatevi che il composto deve risultare sbriciolato prima di inserirlo nel torchio, regolatevi quindi nel quantitativo di acqua da inserire nella farina che non sara’ mai uguale poiche’ dipende dalla temperatura ambientale dal grado di umidita’ presente nell’aria e anche dalla capacita’ di assorbimento della farina.

Una volta creato lo sbriciolato mettete nel torchio , ognuno ha il suo…e conosce quindi le modalita’ di utilizzo, il resto vien da se….

Fatti i pici metteteli su di un vassoio ben infarinati con la semola  e distanziati tra di loro e procedete nella preparazione del condimento.

Prendete il cavolo, lessatelo e fatelo stufare in una padella dove avrete messo un po’ d’olio ed una cipolla a rosolare (volendo, potete fare il condimento senz’olio per poi condire a crudo)

Aggiungete sale e pepe e una volta che avra’ preso sapore frullate il composto a crema nel frullatore e tenete da parte.

Lessate i pici saltateli in una padella con qualche cucchiaio di cavolo passato spengete la fiamma ed unite la colatura di alici che va aggiunta a fine cottura ed a fuochi spenti. Adagiare sul piatto da portata qualche cucchiaiata di passato di cavolo ponetevi sopra i pici e guarnite con prezzemolo tritato ed un po’ d’olio a crudo.

Buon appetito!

STAMPA RICETTA
ALTRE RICETTE DELLA CATEGORIA Primi