Per Diletto e per Passione

Patate di Cetica… gradito regalo

Oggi mio marito mi ha fatto un altro regalo, l’ennesimo durante l’anno…che siano piccole cose più o meno importanti, lui ormai mi conosce e sa che odio le ricorrenze siano esse compleanni , anniversari o che altro e sa che adoro moltissimo quando il pensiero vola verso di me in qualsiasi modo, in questo , ma non solo, lui è sicuramente molto più’ bravo di me !

Oggi è tornato a casa con le Patate di Cetica , le migliori patate che io abbia mai provato. Ce ne sono di molte altre qualità e provenienza ma queste per me hanno una marcia in più’, prima di tutto sono coltivate nella nostra Toscana, il famoso chilometro zero e poi….provar per credere.

Qualche notizia in breve:

La patata rossa di Cetica e’ una varietà’ antica e autoctona  facilmente distinguibile dalle altre per la sua colorazione rossa brillante della buccia e per gli occhi profondi di color rosso scuro. La polpa è’ di colore bianco  latte con tessitura fine è presenta spesso nella porzione periferica del tubero delle venature rosee concentriche .Il tubero è’ coltivato secondo tecniche agricole tradizionali da alcune aziende situate nella dorsale del Pratomagno Casentinese in provincia di Arezzo al di sopra dei 600 metri s.l.m. In aree caratterizzate dalla presenza di castagneti con terreni sciolti e ricchi di sostanza organica tali da rendere la Rossa di Cetica una patata dal sapore caratteristico. Questa patata si presta ad essere cucinata in vari modi, dalle fritture agli arrosti, piatti nei quali si suggerisce l’utilizzo della buccia e nella preparazione di primi piatti tradizionali quali i tortelli e gli gnocchi (topini).L’Universita’ di farmacia di Firenze ha condotto un’indagine dalla quale è’ emerso che il contenuto in acidi fenolici ( note sostanze antitumorali e potenti antiossidanti) presenti in questo tubero è’ maggiore di quello ritrovato in altre varietà’ di patate.

ALTRI ARTICOLI DELLA CATEGORIA NON SOLO RICETTE