Per Diletto e per Passione

Pasta fresca al Torchio

Tempo di realizzazione   30'

Pasta fresca al Torchio.

Non tutti possiedono un Torchio per fare la pasta, me ne rendo conto, ma tutti quelli che come me amano sperimentare e vedere oltre, prima o poi ci cascano…

Ormai e’ qualche anno che possiedo questo accessorio della planetaria, mi ricordo che fu un regalo per il mio compleanno. Non fu semplice trovare la giusta dose per fare la pasta e per diverse volte il risultato non e’ stato il massimo ma in cucina, come nel resto delle cose che facciamo quotidianamente , sbagliare fa parte del crescere…

Adesso faccio la pasta con  queste dosi che adopero per la realizzazione di diversi formati di pasta, dalla lunga alla corta. Il mio torchio possiede sei trafile l’una diversa dall’altra ma l’impasto e’ sempre lo stesso.

Utilizzo semplicemente semola , che prendo al Mulino vicino casa, ed acqua con un cucchiaio di olio per renderla più’ setosa. Il risultato e’ una pasta di ottima qualità’ che in casa mangiamo sempre con piacere.

volendo si può’ sostituire la semola con una farina semintegrale  variando il quantitativo di acqua. Ogni farina infatti assorbe liquidi in maniera diversa ma non solo, anche la temperatura esterna e l’umidità’ influiscono sul loro assorbimento quindi e’ necessaria una certo occhio per valutare la corretta consistenza dell’impasto prima di procedere all’utilizzo del torchio.

Categoria Primi

Grado di difficoltà Medio

INGREDIENTI   4 persone

Semola

500 gr

Acqua tiepida

200 gr circa

olio extravergine di oliva

1 cucchiaio

http://www.aifb.it/
 

NEWSLETTER

Per iscrivierti alla newsletter di Pane Zucchero ti basta inserire la tua e-mail nel campo sottostante e cliccare su ISCRIVITI!


PREPARAZIONE

Per la pasta al torchio procedete cosi’

Mettete in planetaria la semola l’acqua tiepida e l’olio ed azionare l’impastatrice con il gancio fino a che non avrete ottenuto un composto granuloso e non una palla. Utilizzate adesso il vostro torchio e mettete nella bocca del medesimo lo sfarinato granuloso seguendo le istruzioni della macchina che possedete.

Io ho un modello della Kitchenaid utilizzando la trafila per fare i bucatini ma con lo stesso impasto si può’ fare la pasta di qualsiasi formato.

Ponete la pasta ottenuta su di un vassoio ben spolverizzato con la semola ed utilizzate lo sfarinato fino a suo esaurimento.

Utilizzate la pasta al momento oppure distanziatela molto bene e congelatela per poi metterla in sacchetti appositi per il freezer, in questo modo la utilizzerete al bisogno.

STAMPA RICETTA
ALTRE RICETTE DELLA CATEGORIA Primi