Per Diletto e per Passione

Crema alle pesche in guscio

Tempo di realizzazione   80'

Crema alle pesche in guscio

Un ricordo mi sale alla mente quando penso alle pesche; mio nonno che a fine pasto faceva piccoli pezzettini di questo frutto stupendo e li metteva nel bicchiere posto davanti al piatto , vi versava dentro un po’ di buon Chianti rosso, quello del fiasco e magari un paio di cucchiaini di zucchero, mischiava e questo era il dolce che si concedeva ed il suo sguardo era appagato.

Piccoli gesti semplici di un’epoca lontana!

Nonno Rinaldo mi diceva che la qualità migliore per questo tipo di utilizzo era  indubbiamente la Pesca Cotogna  ed e’ proprio con questa qualita’ di pesche prodotte in Toscana e precisamente sulle colline dell’alta Val di Sieve , in provincia di Firenze,  che ho preparato questa torta. Ho  pensato  ad un guscio di frolla alle mandorle che potesse contenere  una crema morbida e profumatissima coperta  da croccanti fettine di questo succulento frutto.

 

 

 

Categoria Dolci

Grado di difficoltà Medio

INGREDIENTI   8 persone

Per la frolla:

Farina 00

200 gr

Burro

80 gr

Zucchero a velo

70 gr

Farina di mandorle

60 gr

Uova

1

Per la crema alla pesca

Polpa di pesca

400 gr

Zucchero semolato

150 gr

Amido di mais

30 gr

Latte

100 ml

tuorli

3

Uova intere

1

Vaniglia

1/2 bacca

Gelatina in fogli

8 gr

Per decorare

Pesche

4

Confettura di pesche

1 cucchiaio

Foglie di menta

a piacere

http://www.aifb.it/
 

NEWSLETTER

Per iscrivierti alla newsletter di Pane Zucchero ti basta inserire la tua e-mail nel campo sottostante e cliccare su ISCRIVITI!


PREPARAZIONE

Crema alle pesche in guscio

Lavorate il burro a temperatura ambiente con lo zucchero a velo: unite la farina di mandorle e l’uovo.  Amalgamate bene tutti gli ingredienti poi unite 200 gr della  farina 00 in più  volte ed un pizzico di sale. Continuate a lavorare l’impasto con un cucchiaio, questa lavorazione permetterà’ di mantenere la forma durante la cottura in forno.

Mettete adesso la pasta su un foglio di carta da forno, appiattitela un po’ e copritela con pellicola mettendola poi a riposare in frigo per almeno 1 ora e 1/2.

Stendete la pasta sottile ottenendo un disco grande circa 18 cm come il fondo dello stampo a cerniera che userete.

Ungere di burro lo stampo foderate il fondo con la carta forno e ponetevi il disco di frolla ottenuto. Con la pasta rimasta formate una striscia che adagerete alle pareti dello stampo e con i polpastrelli fermerete premendo sul fondo che andrete a bucherellare con i rebbi di una forchetta. Coprite con carta forno la base del guscio ottenuto mettetevi all’interno dei fagioli secchi e portate in forno caldo a 170 gradi per circa 25 minuti, (cottura in bianco). Estraete il guscio ormai cotto  dal forno, togliete carta forno e fagioli e lasciatelo raffreddare.

Prendete la gelatina in fogli e ammorbiditela ponendola per alcuni minuti  in un recipiente con acqua fredda.

Preparate adesso la crema; sbucciate le pesche privarle del nocciolo ricavatene 400 grammi e frullatele con il latte. Aprite per il senso della lunghezza la bacca di vaniglia, estraetene i semi e metteteli nel composto portando  ad ebollizione,  nel frattempo avrete mischiato insieme con una frusta le uova con lo zucchero semolato e l’amido di mais. Versate adesso il frullato di latte e pesche ormai caldo nel composto di uova mischiando continuamente, riportate il tutto nella casseruola  e rimettete sul fuoco rimestando continuamente fino a che la crema non si sarà addensata, ci vorranno pochi minuti unite a questo punto la gelatina ben strizzata spegnete il fuoco e rimestate bene facendo attenzione che non rimangano tracce di gelatina.  Toglietela dal fuoco e raffreddatela velocemente in una ciotola con acqua e ghiaccio.

Adesso versate la crema nel guscio di frolla ponete la torta a riposare in frigo per almeno un paio d’ore e comunque fino a che la crema non sarà ben solidificata.

Decorate  la torta a vostra fantasia…io ho tagliato con la mandolina delle fettine sottili di pesca e le ho messe subito in acqua acidulata con il limone per evitare che si ossidassero. Ho cosi decorato la torta ponendo le fettine sottili attorcigliate tra di loro ed ho lucidato le pesche con  un pennello in silicone utilizzando la confettura sciolta a fuoco bassissimo con tre cucchiai di acqua.

 

STAMPA RICETTA
ALTRE RICETTE DELLA CATEGORIA Dolci