Per Diletto e per Passione

Acquacotta o quasi

Tempo di realizzazione   60'

Acquacotta o quasi

La temperatura e la calura di questa estate torrida sembra essere notevolmente diminuita e ci troviamo a rientrare dalle vacanze estive con il pensiero dell’autunno che e’ alle porte. Le minestre e le zuppe sono per me l’inizio di questo periodo dai mille colori e dai caldi sapori. Percorrendo le strade della Maremma nella mia amata Toscana ,  dal finestrino della macchina il paesaggio cambia e nel color dell’oro dei campi di grano ormai vicini alla prossima aratura,  scorgo in lontananza dei cavalli e mi vengono in mente butteri di altri tempi e con essi   le loro mandrie di bestiame . L’associazione e’ presto fatta! L’Acquacotta! la buona e semplice zuppa Maremmana fatta con verdure e pane e magari con l’aggiunta di uova!  I butteri appunto quando si trovavano in aperta campagna , portavano con se del pane olio e sale, mentre le verdure le reperivano man mano dove si trovavano ed e’ per questo che l’Acquacotta ha sempre un ingrediente diverso e la si puo’ modificare un po’ come si vuole…Io ho aggiunto al brodo,  della pasta che ho preparato in casa al posto del pane mentre ho omesso le uova.

Con questo semplice piatto ho deciso di accendere di nuovo i fornelli dopo le mie vacanze estive e di iniziare un settembre ricco di tante novita’ …

 

Categoria Primi

Grado di difficoltà Facile

INGREDIENTI   8 persone

Farina tipo 1 macinata a pietra

200 g

Uova

2

Funghi porcini

500 g

Cipolla

1

Sedano

50 g

Carota

1

Olio evo

qb

sale e pepe

qb

Nepitella o maggiorana

2 rametti

Alloro

2 foglie

http://www.aifb.it/
 

NEWSLETTER

Per iscrivierti alla newsletter di Pane Zucchero ti basta inserire la tua e-mail nel campo sottostante e cliccare su ISCRIVITI!


PREPARAZIONE

Acquacotta o quasi

Pe quesa Acquacotta o quasi…procedete così:

In una capiente pentola fate appassire la cipolla tagliata  sottilmente. Quando sara’ ben stufata unite la carota ed  il sedano il tutto tagliato a piccoli cubetti  aggiungete l’alloro e la nepitalla. Cuocere il tutto per una decina di minuti. Pulite bene i porcini e separate i gambi dalle cappelle. Tagliate a pezzi i gambi ed uniteli alle verdure continuando la cottura per altri dieci minuti sempre mescolando. Fate una dadolata di pomodori ed uniteli alle verdure facendoli  insaporire per altri dieci minuti. Unite due litri di brodo portate ad ebollizione e continuate la cottura per circa 20 minuti aggiustate di sale e pepe, dopodiche’ aggiungete i maltagliati (*) e mentre questi cuociono,  affettate le cappelle dei  porcini e passatele  velocemente da ambo i lati su di una padella antiaderente. Servite l’acquacotta e guarnite ogni scodella con le fettine di porcini .

(*) Per i maltagliati: fate una fontana con la farina ed unitevi le uova con un pizzico di sale lavorate formando una palla liscia,  coprite con pellicola trasparente e fate riposare per mezz’ora. Riprendete l’impasto e stendetelo sottilmente formando una sfoglia tagliatela con una rotella in maniera asimmetrica, disponetela su di un vassoio cosparso di semola fino al suo utilizzo.

 

STAMPA RICETTA
ALTRE RICETTE DELLA CATEGORIA Primi